Pagine

Considerazioni sul Copyright:

Considerazioni sul Copyright:
Tutto ciò che scriviamo non ci appartiene, perché appartiene già all'Universo e non c'è NESSUNO che se ne può attribuire la paternità.

Il nostro materiale siete liberi di riprodurlo, diffonderlo, interpretarlo, fraintenderlo, distorcerlo, alterarlo, potete copiarlo citando la fonte oppure pretendere di esserne voi gli autori, senza bisogno di chiedere il consenso.


martedì 19 ottobre 2021

NO PASS

 


Il Greenpass viene spacciato per un "dispositivo" sanitario che però :

è necessario per entrare al Teatro, ma non serve per entrare in Chiesa;

è necessario sui treni Freccia Rossa, ma non serve sui Treni Regionali;

è necessario per viaggiare in Aereo, ma non serve sulla Metropolitana;

è necessario per la Commessa che lavora al Supermercato, ma non serve per il Cliente che fa la spesa al Supermercato;

è necessario per l'Autista dell'Autobus, ma non serve per chi prende L'Autobus;

... potrei continuare ...

 

Più che un dispositivo Sanitario a me il Greenpass sembra più un dispositivo Discriminatorio e Ricattatorio per costringere le persone a sottoporsi ad un Trattamento Sanitario (Vaccino o Tampone) che resta non obbligatorio (infatti per Vaccinarsi bisogna firmare e assumersi la responsabilità di eventuali reazioni avverse), ma che difatti diventa obbligatorio se vuoi Lavorare.

 

<<Ma il Greenpass è previsto dalla "legge">> .... anche le Leggi Razziali di fine anni '30 del secolo scorso erano previste dalla Legge, quindi era Legale discriminare un Ebreo o un non Ariano, ma era Giusto?

 

La Verità è figlia del Tempo e la Giustizia arriva ad essere applicata anche dopo anni... i Crimini contro l'Umanità non vanno in prescrizione. 

 

Le "Leggi" o i "Decreti" Anticostituzionali e contro i Diritti Umani semplicemente non andrebbero applicati e nessuno si potrà giustificare dicendo che ha solo eseguito degli ordini, perché dovrà comunque fare i conti con la Giustizia e soprattutto con la propria Coscienza.

 

Felice Vita

Salvatore

lunedì 7 giugno 2021

Comunicare

 


Comunicare...

Parliamo a noi stessi e al mondo attraverso le parole, i gesti, le reazioni emotive, ma anche attraverso la postura, cosa indossiamo e quanto siamo puntuali ad un appuntamento, come stringiamo la mano o che abbraccio facciamo, ma quanto ci ascoltiamo?

La nostra mente in modo un po' arrogantello "pensa" di sapere tutto, di sapere cosa è giusto o non è giusto per noi e ci convince ad ascoltare solo lei...

Nel frattempo il nostro corpo, una "macchina" biologica millenaria che ha saputo adattarsi a clima e alimentazione sbagliati, ci manda continuamente messaggi, ma noi li ascoltiamo? Ci facciamo caso?

Molto spesso no, ma ora non è più il tempo di ascoltare solo la mente ed escludere il dialogo con il nostro corpo dalla nostra vita.

Non siamo più quelli di un anno fa, lo possiamo sentire, ce ne accorgiamo che tutto è più veloce e più "magico": ti trovi a farti una domanda ed arriva la risposta immediata da una canzone che ti torna in testa o vedi un animale che ti guarda e aspetta proprio che tu capisca bene.

Naturalmente anche le sfide sono tutte più veloci: una volta se ti trovavi costretto in una situazione che non ti piaceva ci volevano mesi, forse anni perchè arrivasse il messaggero "malattia" per spostarti di là.... ora è tutto istantaneo...

Te ne accorgi, lo puoi sentire di pancia che è così e più ti allinei a questo sentire, più fluisci con la vita ascoltando il tuo cuore e le emozioni (da emovere = spingere) più ti sembra di essere sostenuto/a dalla vita stessa e tutto agisce intorno a te per il tuo massimo bene.

La chiave però è proprio la Comunicazione: quando ti sei ascoltato/a l'ultima volta? E non intendo i rimurginii sul passato e le ansie per il futuro...

Quando ti sei fermato/a  ad ascoltare il tuo cuore, il tuo corpo? 

Quando ti ritrovi a non aver voglia di fare una certa cosa, la fai lo stesso e succedono tante "ottime" sfide che ti fanno sentire a disagio e fuori posto, ci pensi mai che qualcosa dentro di te aveva provato ad avvisarti?

Quando fai qualcosa che ti piace tanto ti accorgi che il tempo vola e senti pace dentro e fuori di te...

Quando ti senti nella tua pelle, nel posto giusto, al momento giusto lo senti quel brivido dentro di te che ti conferma che è proprio questo che sei venuto/a a fare su questo pianeta/scuola, finalmente ti senti a casa.

Non ci sono certezze nella vita e questo può essere meravigliosamente spaventoso, ma una cosa la so: più fai spazio dentro di te, più lasci andare sensi di colpa, rancori, ansie e preoccupazioni future più sei in connessione con il tuo corpo ed il tuo Cuore e tutto accade così come deve andare e sembra quasi che la vita ti venga incontro, l'universo si attiva per farti ottenere proprio ciò che vuoi e ciò che sei...

Non è più il tempo di rimandare, non è più il tempo di cercare di rimanere nella stagnante "normalità" in cui abbiamo vissuto fino a più di un anno fa...

Ora è il tempo di riscoprire Chi siamo e quanta Luce c'è in noi <3

Ora è il tempo di far brillare così tanto la nostra Luce interna per poter accorgerci che viviamo in un meraviglioso Paradiso dove la nostra Natura si rispecchia nella Bellezza della Natura che ci circonda.

Con Amore

Marinella 

venerdì 12 marzo 2021

La nostra Terra guarirà se rispettiamo la Natura

<< I Puffi sanno che un tesoro c'è

nel fiore accanto a te

Madre Natura pensa sempre a noi

ed i Puffi sono tutti amici suoi.

I Puffi sanno che li seguirai

da loro imparerai

Madre Natura è sempre accanto a noi

puoi aiutarla certamente se lo vuoi.

Tutto cambierà la nostra terra guarirà. >>




L'Universo, il mio inconscio, il mio sè superiore, o in qualunque modo vogliamo chiamarlo, mi parla attraverso la Musica e stamattina mi faceva girare nella testa la sigla dei Puffi...
Vado a cercare il testo ed è bellissimo, grazie Universo per questo messaggio ❤

Rispettiamo la Natura e la Terra guarirà.

Rispettiamo anche e soprattutto la Natura dentro di noi: nutrendoci di Sole, Aria pura, Gioia ed Amore....non introduciamo nel nostro corpo nulla che venga da animali morti, nè nulla di chimico sotto qualsiasi forma (perchè dovremmo credere che siamo imperfetti e qualcosa da fuori ci rende perfetti e sani? perchè dovremmo distruggere i batteri di cui siamo ospiti? perchè dovremmo iniettarci chissà cosa per prevenire il nulla?)

Se ci ricordassimo della nostra fanciullezza e di quanto eravamo Connessi alla nostra Fonte e tornassimo ad essere Felici e Spensierati ed in Amore come quando eravamo piccoli vivremmo il Paradiso in Terra ❤

Vi lascio la sigla completa dei puffi e l'augurio di ritrovare la nostra Bimba, il nostro Bimbo dentro di noi ed ascoltare lei/lui perchè sono più saggi di chiunque altro


Marinella


giovedì 25 febbraio 2021

Neologismi e libertà di pensiero

 


Riflettevo sul neologismo Influencer e sul suo uso in questi ultimi anni...

Chi è un "influencer"? Apparentemente un tipo qualunque, che può essere già presente nel  "mondo dello spettacolo" o che appare come dal nulla all'improvviso ed inizia a proporre una moda, uno stile, un certo pensiero, un modo di approcciarsi al mondo...

Ma è proprio lui o lei che pensa queste cose o c'è qualcuno che marionetta abilmente il fantoccio cercando di cambiare il mondo della massa, coinvolgendola emotivamente e facendole credere che questa nuova idea è bella ed affascinante? A maggior ragione se iniziano a crederci tutti sarà sicuramente una buona e saggia idea, no?

Le nostre idee le abbiamo pensate veramente noi? Non è più probabile che siano frutto di un grande "essere invisibile" che ci spinge e ci condiziona? Jung parlava di inconscio collettivo...

E quindi? Siamo destinati a rimanere ingabbiati ed imprigionati all'interno della massa?

Assolutamente no... 

Abbiamo un potere enorme dentro di noi, cercano, e con molti ci sono riusciti, di farci credere di non esserlo abbastanza, anzi di aver sempre bisogno della religione per la salvezza della nostra anima, della politica per controllarci ed amministrarci, dei medici per la nostra salute, etc....

Forse anche io potrei in questo momento star dicendo cose senza troppo senso, ma chi può dire cosa è veramente la tua verità pura e genuina? 

Solo TU.

Ognuno di noi quando smette di ascoltare la mente chiacchierona e spaventata ed inizia ad ascoltare il Cuore può ritrovare quella Pace e quell'Amore di cui hanno parlato tanti maestri.

Ogni volta che ti trovi a fare o pensare qualcosa fermati un istante e chiediti: Sono io che voglio fare o pensare questo o mi sto facendo guidare dall'abitudine, dalla paura, dalla preoccupazione?

Purtroppo il coinvolgimento emotivo a volte ostacola la presa di coscienza, è solo allontanandosi dalla questione che si riesce a vedere il quadro d'insieme... prova durante un litigio a ritornare calmo subito e vedere il quadro d'insieme... non è per niente facile, si è troppo coinvolti...

La soluzione quindi è cercare il distacco, prendere un attimo le distanze, centrarsi su di sè ed osservare ed osservarsi... capire quel gruppo di persone, quell'idea, quell'emozione condivisa cosa vanno a toccare dentro di me? Perchè mi scatenano la tale reazione? E questa reazione mi fa stare bene o mi fa stare male?

Ogni volta che ascolti o leggi qualcosa chiediti: tutto ciò Vibra col mio Cuore? Se sì accoglilo, altrimenti lascia andare con Amore...

Lascia andare con Amore tutte le tradizioni (ci hai mai fatto caso che tradizione ha la stessa radice della parola tradire, non tradirti seguendola), ricorda il passato solo per ciò che può esserti utile oggi, tutto il resto lascialo andare...

Si dice che la nostra "fortuna" è che tendiamo a dimenticare quindi quando ci capita qualcosa di brutto dobbiamo solo aver pazienza di aspettare che passi e tutto tornerà bello come prima, ma questa cosa qui purtroppo succede anche per le cose positive: improvvisamente molte persone si sono dimenticate che respirare liberamente è pura Vita e Gioia e Necessità, molti hanno dimenticato che siamo Esseri Sociali ed il Contatto con gli altri è necessario per il nostro Benessere, come il Sole, come la corretta alimentazione, come il movimento, come il Divertimento etc 

Basterebbe ricordare la "storia passata" per non ricadere negli stessi errori...

D'altra parte nulla di nuovo sotto il Cielo: nel corso degli anni ci siamo fatti allontanare dalla Natura, dalla nostra vera casa, e poco alla volta la Natura è diventata cattiva e l'uomo l'unico essere intelligente che ha bisogno di creme protettive contro il sole cattivo, armi contro gli animali (umani e non) aggressivi, tecnologie per modificare il cibo etc etc....

Ma il Sole, gli Animali, il nostro stesso Corpo sono davvero stupidi e cattivi come cercano di farli apparire?

Il nostro Corpo è una navicella stupenda e perfetta che ci permette di fare Esperienza su Terra, senza corpo come avremmo potuto e come potremmo provare emozioni e sensazioni? 

Siamo Anime incorporee ed eterne che sono venute qui a Giocare e fare esperienza ed in tutto questo la malattia è una sveglia fantastica che ci dice che stiamo deviando dalla nostra strada... 

A volte capita di perdere la bussola, la direzione e se non avessimo sintomi non ce ne renderemmo conto... la malattia ci permette di sciogliere e lasciare andare tutto il dolore e la rabbia ed il rancore che ci trasciniamo dietro a volte per anni....

Sta solo a noi decidere di accogliere la sveglia e Risvegliarsi a Nuova Vita, d'altra parte se non vogliamo ascoltare la sveglia o le sveglie la morte è un ottimo modo per ricominciare daccapo... se non vogliamo capirlo è inutile insistere....

Grazie per essere arrivato/a fino a qui, grazie per aver ascoltato le mie parole, spero di aver acceso una piccola candela di consapevolezza, un punto di domanda che ti riporti alla Tua vera essenza ed al tuo Ahh!!! 

Proprio come le cellule collaborano per far funzionare il nostro corpo alla perfezione, ognuno di noi è parte di questo bellissimo pianeta e con la sua Vibrazione collabora al Benessere proprio e di tutti ed il mio intento è fare la mia parte scrivendo ciò che parte dal mio Cuore e ogni giorno impegnandomi a tenere alte le mie vibrazioni perchè so che la Luce è più forte del buio, ma che è solo conoscendo ed accogliendo il buio che si può riconoscere e vivere nella Luce <3

Namastè

Marinella 


venerdì 4 dicembre 2020

Riflessioni mattutine

 


Quest'estate in diversi mercatini ho visto un famoso libro che prevedeva un futuro catastrofico di un bel po' di anni fa, riedizionato in formato economico... il libro manco a dirlo finisce male e mi viene spontaneo pensare:

E se, facendo finta di "aiutarci" ripubblicando un libro "complottista" in realtà volessero convincerci ancor più prepotentemente che non abbiamo alcuna speranza o possibilità per il futuro?

 

Se fosse solo l'ennesimo modo per indirizzare la nostra Energia verso il "male" (nonostante ci potremmo impegnare fortemente a non farlo crescere, la nostra stessa paura che accada lo potrebbe realizzare.... vedi la fisica quantistica)?

 

Cosa deduco da questa mia riflessione?

 

Continuare a parlare, scrivere e pensare a qualcosa non può far altro che dargli forza....

 

Io penso e vivo come prima di tutta questa eggregora e nonostante non posso fare a meno di viverci dentro (posso cambiare solo me stessa, non gli altri) sono riuscita a Creare la mia Realtà Splendente....

 

Se non l'avete ancora fatto ve lo consiglio....

 

Il paradiso e l'inferno non sono fuori o aldilà di noi, siamo solo noi che li creiamo dentro di noi <3

 

Marinella


giovedì 19 novembre 2020

Cosa nasconde la rabbia

 


Quale paura si nasconde dietro la tua rabbia?

Non credi che ci sia paura? 

Sicuramente ti è capitato di arrabbiarti, alcune volte anche in modo molto forte...

Lì per lì non è facile autoosservarsi ed uscire da quell'emozione, siamo completamente ingabbiati dalla rabbia e non vediamo nè sentiamo altro, il nostro stesso corpo comincia ad avere tremolii e senti proprio fisicamente la necessità di urlare, se non peggio...

Ma dopo che la "tempesta" è passata, riesci ad osservarti e cercare di capire cosa ti ha ridotto così? Qual è stata la spinta e dietro quella spinta che paura c'era?

Ebbene sì, l'ho visto prima su di me e per questo sono sicura di ciò che scrivo e dico: dietro un'arrabbiatura c'è una paura e più ci lasciamo trascinare dalla rabbia più ci allontaniamo da quella paura...

Perchè succede? Forse è un meccanismo mentale di difesa... E' più "facile" urlare e dare la colpa all'altro per quello che ci è capitato e l'altro può essere il proprio compagno, un familiare, un amico o un perfetto estraneo, ma anche il politico di turno o il medico etc etc...

E quindi?

Provate a ripensare ad un episodio di rabbia e riflettete su ciò che l'ha scatenato....

Paura di morire? Paura di soffrire? Paura dell'autorità? Paura dell'abbandono? Paura del tradimento? Paura del giudizio? Paura di non essere capiti? Paura di un futuro incerto economicamente parlando? Paura del cambiamento? Paura di perdere la "zona di comfort" acquisita? Paura di essere esclusi dal gruppo/branco? Paura di non essere accettati? La lista potrebbe continuare, anzi se vi viene in mente altro fatemelo sapere....

Di queste paure se ne potrebbe parlar tanto.... 

Quanto spesso vi è stato detto da piccoli che così come eravate non andavate bene? Quante volte vi siete sentiti dire dai genitori, preti, catechisti, insegnanti, vicini di casa, parenti etc che è più importante la maschera sociale della persona perfetta che comportarsi come ti dice il tuo cuore?

Quante volte avete dovuto interagire in modo educato (ed ipocrita) con chi non lo meritava? 

Gesù disse: "Tornate come i bambini ed entrerete nel Regno dei Cieli"

Con questo non voglio dare un'accezione religiosa a ciò che ho scritto ma mi piace riportare un concetto saggio: se tutti ci comportassimo in modo sincero e senza filtri sociali come fanno i bambini veramente potremmo vivere il Paradiso in Terra.

"Sì però viviamo all'interno di una società con regole prestabilite, non possiamo buttare all'aria tutto, sarebbe impensabile e noi umani non siamo capaci di autogestirci, regnerebbe il caos..."

E' vero secondo voi?

Secondo me no.... e vi spiego anche il perchè:

Prima di tutto siamo Anime eterne che decidono di fare un'esperienza terrena a tempo per sperimentare nella difficoltà  l'Amore di cui siamo fatti, quindi non esiste errore ma solo esperienza.

Poi secondo voi se a qualcuno piace dominare su qualcun altro lo renderà mai libero e consapevole del suo valore? No, farà di tutto per fargli credere che non è possibile per il dominato inconsapevole comportarsi in modo etico e giusto a meno di non avere qualcuno (dal prete, al medico al politico) che gli dica cosa è più giusto per lui/lei e come comportarsi ...

Non è così? Basta guardare la perfezione della Natura e capire che tutto è Armonia e quell'armonia è anche dentro di noi se solo la lasciamo esprimere.

Dunque cosa fare per evitare di arrabbiarci?

Partiamo dal concetto che la perfezione non esiste, o meglio tutto ciò che facciamo è perfetto per quel momento e per quel luogo ( e così accettando questo già ci possiamo liberare del senso di colpa che cercano di affibbiarci appena nati, ma guarda un po'....) ...

Perfezione è riuscire a capire sempre più presto cosa ci spinge a re-agire e quindi limitare i danni, evitare sempre più di dire o fare cose di cui potremmo pentirci dopo, perchè quando siamo arrabbiati siamo feriti e cerchiamo di ferire l'altro...

Se invece ci ascoltiamo e comprendiamo che dietro quel comportamento c'è un certo tipo di paura a quel punto non dovremmo fare altro che accettarci così come siamo, far pace con quella paura, trovare una soluzione a quella paura.... 

Diffondi gentilezza e amore e ti tornerà, smetti di alimentare odio e paura, semplicemente allontanati da essi ed essi spariranno  ❤

Magia? forse sì o forse la possiamo chiamare fisica quantistica... dipende solo da quanto siamo pronti a realizzare Chi siamo veramente e comprendere quanto siamo Potenti ❤

Con Amore

Marinella


venerdì 23 ottobre 2020

Riflessioni sulle scritte autoavveranti


 Il periodo che stiamo vivendo è molto intenso e meraviglioso, ci sta permettendo di liberarci di tutti i pesi che ci trasciniamo da una vita, ma io direi anche da centinaia di vite....

Il problema è che siamo abituati ad evolvere, a crescere solo quando soffriamo, la nostra mente è un po' birichina e pensa che sia l'unico modo e finchè non riusciamo a trovare modi più felici cerchiamo almeno di accorgerci di ciò che non va nella nostra vita, dei loop in cui ci andiamo a cacciare...

Ti è capitato di avere difficoltà con il capufficio, cambi lavoro e capufficio ma ti ritrovi sempre nelle stesse dinamiche?

Ti è capitato di litigare con un'amica/amico, conosci una nuova persona ma ha gli stessi comportamenti del precedente?

Per non parlare del partner con cui si istaura un rapporto ancora più profondo.

Perchè succede tutto questo? 

Perchè da piccoli abbiamo imparato che per essere Amati ci si deve comportare in un certo modo e spesso attiviamo il pilota automatico e ci comportiamo proprio come ci hanno "educato" da piccoli.

"Sei un'incapace e non combinerai mai nulla nella vita."

"Sei egoista e vuoi tutto per te, se fossi una brava bambina condivideresti i tuoi giocattoli con i tuoi fratelli, le tue sorelle."

"Non sarai mai fortunato."

"Hai un caratteraccio."

"Ti comporti come tuo padre, come tuo zio, tua nonna e loro si comportano malissimo."

"Se continui così resterai solo/a."

"Quando sarai grande potrai fare quello che vuoi, finchè vivi qui decido io per te."

"Non sei una brava bambina/bravo bambino."

"Sei troppo stupido per andare bene a scuola. Hai bisogno di qualcuno di più intelligente che ti aiuti a scuola perchè da solo non ci arrivi."

"Sei così tranquilla che non ti si sente, brava: è così che ci si comporta, non si deve mai dar fastidio."

"Cosa piangi a fare? Lo sai che qui comando io e non tu."

"Non sei atletico, inutile provare a fare certe cose, non ci sei portato"

"Gli uomini sono tutti stronzi (come tuo padre se lo dice la mamma, se lo dice il papà vuol dire "non troverai nessuno che ti ama come me")

"Le donne sono tutte stronze (idem come sopra ma a parti invertite)"

eccetera eccetera eccetera....

Quante di queste affermazioni appartengono alla tua infanzia? 

Ed ora come vivi? Come ti poni al mondo?

Ti comporti da brava bambina/bravo bambino?

Sei felice quando lo fai? Sei felice indossando maschere su maschere?

Se ti hanno detto da piccola (o fatto capire dal comportamento, non servono neanche le parole a volte) che vengono prima i bisogni degli altri e poi i tuoi, quindi per essere amata devi smettere di ascoltarti ed assecondare tutto ciò che vogliono le persone a cui vuoi bene, da adulta sarai capace di dire di no? Riuscirai a capire cosa ti sta a cuore e cosa proprio non ti piace?Anche solo nelle piccole decisioni da prendere come ti comporterai? 

Per essere accettati ed amati da piccoli purtroppo impariamo che la spontaneità è sbagliata e per ottenere Amore vanno realizzate tutte le scritte che i genitori, i nonni, gli zii, le maestre, i preti, i catechisti etc scrivono sulla lavagnetta che abbiamo dentro di noi e così finiamo per assomigliare a quel vestito che ci hanno cucito addosso.

Naturalmente non è colpa dei genitori, nonni, etc, semplicemente loro, in modo inconscio ed inconsapevole, si comportano come hanno imparato a loro volta da piccoli.

Il problema è che, visto che non se ne rendono conto perchè per loro è "normale", non si preoccupano del fatto che ogni programma che istallano sul bambino crea una frattura dentro di lui allontanandolo dal suo vero sè; ogni momento in cui ci riteniamo sbagliati per il nostro comportamento un pezzetto di Gioia ed Amore innato in noi va sempre più in profondità e ci ritroviamo da adulti con un bimbo/bimba dentro di noi che non si conosce, non sa che l'Amore che cerca fuori è tutto già dentro di sè e che più indossa maschere più gli altri si allontanano e che invece quando lo trova  dentro di sè, smettendo di cercarlo disperatamente fuori, ne ha talmente tanto che lo darà a chi lo circonda e quindi gli tornerà triplicato.

Quanta inconsapevolezza c'è, per esempio, in un'insegnante delle medie che mi ha detto un giorno: "non sei mica tanto brava, non credere sai, in realtà sei un'orba in mezzo ai ciechi" ? Cosa ho imparato quel giorno: ero brava solo perchè gli altri facevano talmente schifo che la mia mediocrità poteva emergere... molto costruttivo, vero? 

Fermati a riflettere per un attimo ad un tuo comportamento nella tua vita attuale e pensa a quale potrebbe essere stato il momento in cui hai iniziato ad utilizzarlo... cosa ti avevano detto?

Ma la soluzione a tutto questo qual è? Non è certo odiare chi ci ha fatto diventare chi siamo oggi, anzi...

Primo: siamo come siamo oggi proprio grazie a tutte quelle scritte e se oggi abbiamo realizzato delle cose meravigliose nella nostra vita è stato anche grazie al nostro re-agire a quelle parole...

Secondo: se vediamo la nostra vita dall'esterno comprendiamo che prima di AtTERRAre qui abbiamo scelto proprio quelle situazioni che volevamo attraversare, sciogliere e risolvere.

E quando prendi consapevolezza che la prof te la sei scelta tu non la maledici, anzi accogli l'insegnamento di quella situazione e ti prendi tutta la responsabilità di quello che è stato, è e sarà...

A me aiuta molto scrivere, quando mi salgono a galla questi ricordi poco piacevoli scrivo una lettera alla persona del ricordo scrivendo tutto ciò che mi gira per la testa e poi la brucio, lasciando andare tutto ciò che è stato...

Un altro modo potrebbe essere quello di mettersi ad occhi chiusi, ritrovarsi bimbi/e in quella determinata scena e parlando a cuore aperto alla persona che ci ha fatto quel torto, così da andare a sanare dentro di noi quel conflitto non sciolto.

E' così facile? Anni e anni di psicologo e poi scopro che basta bruciare una lettera?

Sì per me è così facile e se lo credi anche tu lo sarà anche per te, altrimenti segui un guru che ti dirà che può risolvere solo lui i tuoi problemi ma lo devi idolatrare, ascoltare e seguire per anni, anni e anni a venire... a te la scelta... io direi che l'epoca dei gran maestri tutto-so-io-e-tu-sei-solo-un-inetto sono ben che passati...

Basta seguire guru e maestri, non ascoltare neanche me, ascolta solo il tuo Cuore, ascolta il bimbo/la bimba che è dentro di te, quella Scintilla Divina che da tanti anni aspetta solo di essere ritrovata...

Ora è arrivato proprio il momento di liberarci di tutte queste zavorre che non ci fanno vivere Felici e con gratitudine smettere di guardare al passato facendoci condizionare da esso...

 è passato non esiste più.... 

E' tutto dentro di te: problema e soluzione al problema... Ascoltati e Seguiti

Con Amore 

Marinella



martedì 14 luglio 2020

La caduta delle maschere


In questi mesi passati ci siamo trovati ad affrontare diverse situazioni non certo piacevoli, all'improvviso ci siamo ritrovati tutti a doverci fermare e non potendo più distrarci in nessuna nostra occupazione precedente ci siamo ritrovati tutti ad affrontare noi stessi, senza nessuna possibilità di rimandare (come si fa di solito) e senza possibilità di fingere che quelle parti di noi stessi non risolte andassero viste e comprese.

Ci siamo trovati ad affrontare le paure, ad affrontare l'idea della morte ma anche della solitudine, dell'incomprensione e tutto ciò che di solito affoghiamo nel cibo o nelle attività frenetiche di tutti i giorni.

Certamente c'è stata la tv ed internet che potevano essere uno "svago" ma la tv non faceva altro che accentuare le paure e le idiozie ed anche internet non era tanto da meno, la differenza è che almeno sui social ci si è trovati ad interagire con altre persone che anche a migliaia di kilometri da noi avevano le stesse nostre opinioni e questo è riuscito a sedare la rabbia e lo sconforto del sentirsi presi in giro da alcuni e del vedere che la maggior parte di chi era intorno non aveva capito nulla.

Oltre questo bel lavoro di pulizia interiore, è successo anche qualcosa di molto particolare:
sono cadute le maschere.

In che senso?
Tutti si sono rilevati per ciò che sono nel profondo, senza più possibilità di nascondersi dietro una maschera preconfezionata.

Non che prima fossero diversi, è solo che tutto questo periodo assurdo ha accentuato quello che già c'era.

Se non si è fatto un percorso di Igiene Naturale e/o non si è fatta la pace con la morte (e quindi del rendersi conto e sentirlo nel profondo che questa che viviamo è solo una delle tante vite che abbiamo vissuto e vivremo ancora) questo periodo è stato distruttivo: sono cadute tutte le certezze e molte persone non hanno retto questa realtà.
Nulla di esterno può farmi del male se non lo permetto io e sono consapevole di essere più di un corpo destinato a finire, lo percepisco che c'è dell'altro: una scintilla che E' ORA.

Sarà stata la reclusione forzata e la soppressione dei diritti umani (tuttora ancora non del tutto ripristinati), ma mi sono accorta di essere cambiata, in meglio naturalmente.

E devo dire che ho visto cambiare molti, ho chiuso amicizie e aperto nuove amicizie, rivalutato la mia impressione su alcuni conoscenti e delusa di altri me ne sono allontanata.

Di fronte alla paura della morte secondo me scatta una qualche "molla" dentro di noi che ci fa vedere le cose in modo diverso, diamo più importanza a ciò che ha più senso per noi e ci decidiamo finalmente a liberarci di ciò che non solo non ci è più utile ma ci danneggia (oggetti, situazioni, abitudini).

Forse è ciò che è successo un po' a tutti e per questo ora possiamo vedere le persone al di là delle maschere: presunti guru che si rivelano assolutamente inetti e persone che prima magari non si esponevano, preferivano stare nel loro, ora si rivelano per la bellissima Luce che hanno dentro.

Quante maschere cadute, c'è chi mi evita per quello che scrivo su facebook, c'è chi è semplicemente sparito, chi ha cercato lo scontro sui social ma anche tante tante belle anime con cui sono in Risonanza e che sento vicine anche se non tutte lo sono fisicamente.

Perfino in vacanza mi è capitato di incontrare uno scrittore (di cui non farò il nome) che nei suoi libri e conferenze si era rilevato illuminante ed invece di persona è un brontolone e se avesse potuto travestirsi piuttosto che gli si rivolgesse la parola l'avrebbe fatto... non rinnego i suoi insegnamenti ma di sicuro come persona vale poco poco.

E adesso?
Adesso si torna alla normalità, una nuova normalità però...
Si sono comprese delle cose in questi mesi, una su tutte è che nessuno mai è schiavo a vita, la via d'uscita c'è sempre, basta solo aprire gli occhi per vederla.
Si è capito che la nostra Energia va dove va la nostra Attenzione e che noi siamo la persona più importante che ci sia al mondo: resi Felici noi rendiamo felice il resto del mondo di riflesso.

Quindi il mio augurio è che questa nuova vita porti sempre più rapporti autentici e che, prima fra tutti io, possiamo indirizzare la nostra attenzione verso il futuro che desideriamo, non verso le previsioni disastrose... eh ma se faccio così perdo il lavoro, i bambini non possono andare a scuola, non potrò andare più in vacanza... 
ripensa per un momento a tutto ciò che "ventilavano" come dato di fatto certo e sicuramente avverato solo qualche mese fa: è successo? Succederà la stessa cosa... è solo l'ennesimo modo per veicolare l'attenzione e nutrirsi della nostra rabbia...

E se anche fosse che c'è qualcosa che si realizza vorrà dire che quella cosa è successa per insegnarci qualcosa, fosse anche lasciar andare l'attaccamento al nostro modo di vivere presente.

Qualche anno fa ti saresti saputo immaginare dove sei ora e chi sei diventato? Io no, e non so neanche se la me stessa dei tempi avrebbe condiviso gran parte di ciò che sono ora, ma il bello è proprio quello: vivere il cambiamento continuo e gioire dei miglioramenti che porta lasciar andare l'attaccamento.

Noi siamo artefici della nostra vita: siamo oggi ciò che abbiamo desiderato ieri e domani saremo ciò che desideriamo oggi:

il Paradiso e l'inferno non sono altrove, sono qui e ora, scegliamo se vivere nell'uno o nell'altro.

Con Amore

Marinella

sabato 16 maggio 2020

Film e programmi


Qualche giorno fa ho rivisto una puntata di un vecchio telefilm d'azione in cui la protagonista, attaccata dai "cattivi" in immersione in una grotta, per sfuggire da loro ha usato la propria bombola come spinta per riemergere da decine di metri di profondità ed immediatamente essere recuperata da un elicottero e portata in salvo....

Per chi sa fare immersioni sa che la risalita deve essere regolata ed a tempo, salire di botto può creare embolia immediata e di sicuro è sconsigliato fare voli aerei dopo un'immersione, figurarsi dopo un'emersione così rapida....

Tutta questa "buffa" vicenda mi ha fatto riflettere su come telefilm e film in realtà quotidianamente, per anni, abbiano manipolato ben bene il cervello dei telespettatori, tanto da indurli a pensare che, nonostante una cosa sembri impossibile nei film succede quindi è reale e che non siamo noi spettatori capaci di ragionare e riflettere e quindi dobbiamo DELEGARE il nostro libero arbitrio e il nostro RAGIONAMENTO a chi "sicuramente" è più titolato di noi.

Quando da diversi anni dico e ridico che la tv va buttata via non lo faccio senza cognizione di causa....

La TV, come tutti i mass media in genere, fa vedere SOLO ciò che vuole, non certo la realtà e non esistono "programmi" seri....
D'altronde ce lo dicono anche apertamente: Programmi = programmazione mentale,  atti a programmare le menti.

A gennaio giravano in rete video di cinesi che per strada all'improvviso stramazzavano.... poi sono arrivate smentite (volutamente in modo più "pacato" come sempre succede) (forse l'avevano fatta grossa?), ma intanto il "programma" ha iniziato a fare il suo effetto e basta vederne le conseguenze tutt'oggi....

Quando vediamo, ascoltiamo e leggiamo qualcosa non spegniamo il cervello, rimaniamo ben vigili ed attenti....

La prima domanda che mi farei è: è vero quello che sto vedendo, ascoltando e leggendo?

Risuona in me come reale o mi sembra almeno a dir poco"strano"?

La seconda è: cui prodest?

A chi giova che sia successa la tal cosa e quali conseguenze comporta?

L'esempio che ho scritto del telefilm d'azione è solo una delle tante "incongruenze" che in modo massivo ingoiamo davanti a quella lavatrice di cervelli, senza farci domande, senza usare il pensiero critico, senza pensare....

Vi sfido a trovare tutte le assurdità che si possono riscontrare...
a volte mi ricordo che quando vedevo scene da 007 dove il protagonista in moto su un palazzo si lanciava direttamente a bordo dell'elicottero dei cattivi per distruggerlo scherzando dicevo "se po' fà"....

Messaggi nascosti ce ne sono tanti nei "programmi" tv,

è una continua "educazione" al mito dell'eroe/eroina, ai valori della famiglia e dell'amicizia ma in forma di sottomissione e chi più ne ha più ne metta...

per non parlare delle pubblicità (dentro e fuori dai film) di cibo spazzatura...
vi ricordate i film di una volta dove il super figo o la super gnocca fumava?
Oggi il figo o la super gnocca mangia un pezzo di animale morto e beve vino....

Liberiamoci dei finti sogni inculcati in anni di tv dai cartoni animati ai film....

Liberiamoci la mente dalle paure indotte....

LIBERIAMOCI e SPLENDIAMO DI LUCE

SIAMO ANIME IMMORTALI E LIBERE <3

Marinella

giovedì 7 maggio 2020

Ordinanze Comunali BATTONO la Costituzione


Già c'erano forti dubbi sulla costituzionalità (vedere link 1 e 2 in riferimento qui sotto) dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), a cui il Decreto Legge nr. 19 del 25 marzo aveva delegato la possibilità di legiferare;
 
Ora la situazione è anche peggiorata, infatti la gestione della libertà del cittadino (sancita dall'art. 16 della Costituzione) viene  in pratica a sua volta delegata (o tollerata) alle regioni ed addirittura ai singoli comuni che tramite delle ordinanze "legiferano" in materia di libertà e salute dei cittadini nonostante per i sindaci è lo stesso DL 19 del 25 marzo a vietarlo espressamente all'articolo 3 comma 2 che cito qui di seguito:


"2. I Sindaci non possono adottare, a pena di inefficacia, ordinanze contingibili  e  urgenti  dirette  a  fronteggiare   l'emergenza   in contrasto con le misure statali, ne' eccedendo i  limiti  di  oggetto cui al comma 1."

 In sintesi in questi giorni prima di uscire di casa bisogna controllare il sito del Governo, il sito della Regione ed il sito del Comune (o dei comuni) dove vuoi andare/transitare ... come se i singoli comuni fossero REAMI  a se stanti con potere legislativo autonomo!!!

Ad esempio il comune di Lerici (ma non è l'unico) ha stabilito con l' Ordinanza sindacale n. 89 del 04/05/2020, tra le altre cose,  che possono passeggiare sul lungomare solo i residenti (comma 2) dando in questo modo un bell'esempio dell'accoglienza turistica ligure oltre a discriminare i cosiddetti "foresti" (cittadini non residenti nel REAME) !

Questa ordinanza è in contrasto con il DPCM del 26 aprile (fase 2) del Governo che consente l'attività motoria all'interno della Regione di Residenza:

... e quest'ordinanza (del comune di Lerici) è anche in contrasto con l' Ordinanza Nr. 25 della Regione Liguria che stabilisce che è consentito fare passeggiate nell'ambito della provincia di residenza:


Tutto questo è legale ? Tutto questo è Costituzionale ?

Riepilogando:
La Costituzione (art. 16) stabilisce che "Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale salvo le limitazioni che la legge stabilisce ..."

LIMITAZIONI STABILITE DALLA LEGGE 
non dai DPCM o da ordinanze regionali o comunali!

Il Decreto Legge (DL) nr. 19 del 25 Marzo 2020 delega però la gestione dell' "emergenza" ai DPCM ed alle regioni esclusivamente  nell'ambito   delle attivita' di  loro  competenza, ma lo Stato ha legislazione esclusiva su "ordine pubblico e sicurezza" (art. 117 comma h della Costituzione);
Le Regioni  a loro volta delegano (o tollerano)  questa "facoltà legislativa"  ai comuni tramite l'emissione di ordinanze che spesso sono anche in contraddizione tra loro.

In pratica:
Il DL del 25 marzo limita la libertà del cittadino (sancita dalla costituzione) in nome dell' "emergenza" (questo è costituzionale), ma delega a successivi DPCM di legiferare in tal senso (primi dubbi di costituzionalità) ...

10 DPCM (in meno di 3 mesi) legiferano sui diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione e delegano alle regioni di legiferare in tal senso per il territorio di competenza ...

Ordinanze Regionali (in liguria 25 ordinanze in meno di 3 mesi) legiferano sui diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione e delegano (o tollerano) i singoli comuni di legiferare in tal senso per il territorio di competenza ...

Ordinanze Comunali legiferano sui diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione, spesso anche in contraddizione con quanto stabilito dai DPCM e dalle Ordinanze Regionali ...

Chissà se i Comuni possono delegare a loro volta qualcun'altro a legiferare sui diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione ... magari potrebbero delegare agli amministratori di condominio così che ogni condominio abbia un suo potere legislativo a scapito della Costituzione e dei diritti fondamentali.

Riferimenti:

DUBBI COSTITUZIONALITÀ dei DPCM Link 1 :


DUBBI COSTITUZIONALITÀ dei DPCM Link 2:
---
---


Esempio di Ordinanza sindacale in contrasto con le misure statali: